[FM16] L'uomo in più - Tano si è fermato a Roma



Sono sinceramente soddisfatto dei passi avanti che ha fatto Trenitalia. Il treno Palermo - Roma, arrivato a Salerno non è ancora saltato in aria. Ho in tasca la rimanenza dei 500 euro prestatimi da Filippo, qualche ora fa.

- Chi è?
- Io
- Io chi?
- Amunì Fulì, io
- .......
- .......
- PEZZI I FANGU, MUNNIZZA, INDEGNO! MA DDARI 900 EURO E TI PRESENTI CU STA FACCIA TOSTA? CHI MINCHIA VUAI? AVI RU ANNI CA UN UN TI FA VIRIRI!
- Mi priesti 500 euro?
- AHAHAHAHAHAHAHAHAHA, CON QUALE DIGNITA' VIENI A BUSSAR..
- Amuni, un fari u drammaticu! Mi priesti si o no? E ghiri a Roma, ca haiu un travagghiu nei manu....appena pigghiu a prima misata ti rugnu....
- Un travagghiu? Unni minchia pò travagghiari un catu i lippu come e tia?
- Te, cca c'è u cuntrattu! Ti rugnu puru i 900 euru ca te ddari, accusì un ci scassi chiu a minchia!
- Minchia vieru è! Ma comu cazzu u truvaisti stu travagghiu?
- A suarti.
- A suairti veru uairba è, uno come tia, un si merita mancu u bruaru!
- Amuni, rammi a pila.

Roma Termini: covo di disperati, barboni, ubriaconi e morti di fame. L'autista della società ha l'aria di chi si è rotto il cazzo d'aspettare.

- Aoh, annamo, che è tardi
- Aspè, araciu....
- Annamo daje, che c'è stanno ad aspettà.

Giriamo per Roma, sospesa tra la straordinaria forza del suo passato e l'incredibile squallore del suo presente. Ci dirigiamo subito verso Frascati, e mano a mano che ci avviciniamo mi tranquillizzo. Più ci allontaniamo da Roma e più la sua cappa d'ansia viene meno. Arrivati alla sede, trovo Amelia e Rosato seduti al tavolo. Rosato sembra appena uscito da un esterna di Uomini e Donne, abbronzato, occhiale scuro, giacca aderente e risvoltini.

- Oh, finalmente il famoso Gaetano Giannusa! Un allenatore giovane, a me piacciono i giovani, giovani come me!
- Se le piacciono i giovani è ancora in tempo per farsi prete.

Improvvisamente la temperatura della stanza comincia a farsi glaciale.

- Io sono una persona molto religiosa, signor Giannusa.
- Immaginavo. Io no.
- Basta, non abbiamo assunto un teologo, ma un allenatore
- Già, cambiamo discorso. Marco mi ha raccontato tutto, è rimasto sorpreso dalla sua analisi tattica e ha deciso, a mia insaputa, d'ingaggiare un misconosciuto allenatore che non ha nemmeno il patentino.
- Aveva il patentino. Mi sono fatto dare una deroga da Ulivieri, perchè non ha l'età per il corso del Patentino C, ma non avrà problemi a prenderlo, per i primi tempi sarai assistente in seconda, poi sistemeremo tutto.
- Signor Giannusa, la lascio solo con Marco. Ho un importante appuntamento d'affari, e sono in ritardo. Buonasera a tutti e due.

In effetti la camminata da tronista l'ha.

- Era necessaria la battuta sui preti?
- Ma non era una battuta.
- Qui hai tutti i report sulla squ..
- Sei ancora in tempo.
- Per cosa?
- Rescindermi il contratto. Voglio ricordarti che hai preso come allenatore un ex scommettitore, ubriacone e ladro, con un misero passato da calciatore e inesistente da allenatore, che ti ha fatto un gol miracoloso e ha dato una lezione tattica in preda ai deliri, a cui hai affidato la panchina d'una squadra all'esordio tra i professionisti. Ma nemmeno a Football Manager.
- Il tuo delirio tattico era corretto. Ho giocato a calcio, sono stato allenato da campioni della panchina. So riconoscere chi ha la stoffa. Ritieniti fortunato. Qua c'è il report della squadra, qua le chiavi del tuo appartamento. Domani alle 7 il primo allenamento. Buona serata.

Sono uscito fuori e mi sono seduto sulla panchina adiacente il campo sportivo. C'è una brezza magnifica.


Commenti

Post popolari in questo blog

[FM17] Precario per natura - Si parte!

[FM17] Precario per natura - Alla Sonetti!

[FM17] Precario per natura - Sul filo del rasoio!